Crea sito

Mosè e Akhenaton di Ahmed Osman

Mosè e Akhenaton di Ahmed Osman

04/18/2015 Arte e Cultura Egittologia Religione Spiritualità 0

Akhenaton-e-Nefertiti

Mosè e Akhenaton di Ahmed Osman

Mentre la Bibbia e il Corano stabiliscono Mosè come il primo Monoteista, le fonti storiche identificano Akhenaton come la prima persona ad introdurre il culto di un Dio senza immagine per tutte le persone. Tuttavia, questa somiglianza in questa convinzione da sola non può essere sufficiente per dimostrare che entrambi i personaggi fossero la stessa persona, per questo dobbiamo dimostrare che entrambi vissutero nello stesso tempo storico e nella stessa posizione geografica.

E ‘stato Sigmund Freud, uno dei pensatori più influenti del 20 ° secolo, che per primo suggerì che Mosè non era un ebreo, ma un egiziano, che visse durante il periodo del faraone Amenhotep III (c 1405 . 1367 aC). Freud, il padre ebreo della psicoanalisi, scrive nel suo  libro,Mosè e la religione monoteistica”: Forse può sembrare mostruoso immaginare che l’uomo Mosè avrebbe potuto essere qualcosa di diverso da un ebreo.” Dopo aver rivisto la storia di Mosè la sua nascita; e l’origine della sua famiglia, Freud osservò che quasi tutti gli importanti popoli civili hanno tessuto miti intorno ai loro eroi, in particolare le storie della loro nascita: basta considerare i racconti di Sargon di Agade, Ciro di PersiaEdipo dei Greci o Romolo di Roma.

In tutti questi miti del padre è stato avvertita la nascita del bambino come contenente gravi pericoli per la sua sicurezza. Di conseguenza, il padre dà ordini per i nuovi nati di essere uccisi o esposti a pericolo estremo; nella maggior parte dei casi, il bambino è inserito in un cesto, e si trova a galla. Il bambino è poi salvato da animali o poveri, come i pastori. A suo completo sviluppo, riscopre i suoi nobili genitori dopo molte strane avventure, sfoga la sua vendetta sul padre e, riconosciuto dal suo popolo, raggiungere la fama e la grandezza.

Freud ha sottolineato, tuttavia, che la storia della nascita di Mosè differisce da quella degli altri eroi su un punto essenziale: mentre Sargon, Ciro, Edipo e Romolo sono tutti nati da una famiglia reale e cresciuti in una famiglia povera, nel caso di Mosè il mito è  invertito: Mosè era nato in una famiglia ebraica umile e cresciuto dalla famiglia reale faraonica, o almeno così dice la storia. Egli ha anche sostenuto che il nome del leader israelita, Mosè,” non è derivato dall’Ebraico come si pensava in precedenza. Per Freud era un nome egiziano, Moss”, che significa “bambino” o FiglioMoss è presente in molti nomi egiziani: Ptah-moss, Ramoss, Thut-moss o il più familiare, Thutmose.

Per quanto riguarda le convinzioni religiose, Freud trvò una grande somiglianza tra la religione introdotta da Akhenaton, e l’insegnamento religioso attribuito a Mosè. Tuttavia, al momento di scrivere il suo libro si credeva che Akhenaton morì alla fine del suo regno di 17 anni, Freud suggerì che il biblico Mosè fu uno degli alti funzionari di questo re, che, dopo la sua morte, scelse come dimora la tribù  ebraica a Goshen e di essere il popolo eletto, e li condusse nell’ Esodo. Tuttavia, dopo l’affermazione di Freud di una connessione tra Mosè e la religione di Akhenaton, alcune voci negano la relazione tra i due uomini, e respingono la religione di Akhenaton come monoteista, considerando il dio di Akhenaton, Aten, come rappresentante culto del sole. Nel suo libro Akhenaten, il re eretico, Donald B. Redford, l’egittologo canadese, osservava: “c’è poca o nessuna prova per sostenere l’idea che Akhenaton era un progenitore del monoteismo conclamato che troviamo nella Bibbia. Il monoteismo della Bibbia ebraica e il Nuovo Testamento aveva uno sviluppo separato -. Un monoteismo ha avuto inizio più di mezzo millennio dopo la morte del faraone “[Aspetti di Monotheisn, Biblical Archaeology Review, 1996]

Tuttavia quando si confronta l’insegnamento di Akhenaten sul suo Dio, dalle iscrizioni del tempio di Aton e nelle tombe di Amarna, con quella di Mosè nella Bibbia, troviamo che il principale punto di entrambi i personaggi concorda nel che; un Dio universale con nessuna immagine, che ha creato il mondo: “L’Aton vivente, non è altro che Egli” che ha dato vita a se stesso “Che decreta la vita, il Signore dei raggi solari“. Tu hai creato la terra quando eri lontano, i paesi esteri della Siria (nord) e Kush (sud), e il paese d’Egitto. Ognuno ha il suo cibo, e la sua vita è stimata; e allo stesso modo le loro lingue sono interamente separati nella forma. I loro colori sono diversi, perché tu hai fatto i popoli stranieri diversi.  “Mentre la Bibbia dice.; In principio Dio creò il cielo e la terra.” (Genesi 1: 1). Ascolta, Israele, il Signore (Adonai) il nostro Dio, il Signore è uno“. (Deuteronomio 6: 4).

Commentando questo versetto, Sigmund Freud osservò che il testo ebraico: Shemà, Adonai Eloheinu Adonai Echad, si riferisce al Dio di Akhenaton. Come la lettera “t” egizia di Aton è l’equivalente ebraico della lettera “d”, e la vocale “e” diventa “o” in ebraico, spiegando che questa frase dal credo ebraico potrebbe essere tradotta come: Ascolta, Israele, il nostro Dio Aton è l’unico Dio . Alla morte del padre, Akhenaton abolì il culto di qualsiasi dio in tutto l’Egitto, tranne Aton. Sotto il suo governo, i pensieri di Akhenaton erano totalmente impegnati dal re al culto di Aton, mentre chise tutti i templi, ad eccezione di quelli di Aton, disperse i sacerdoti e ordinò che i nomi delle altre divinità venissero cancellati dalle iscrizioni in tutto il paese. Così Akhenaton fu il primo monoteistica nella storia, mentre i libri sacri  attribuiscono il nuovo culto al nome di Mosè.

Ahmed Osman

© Harmakis Edizioni