Crea sito

[:it]Il viaggio nel paese di Punt[:en]The journey to the land of Punt[:]

[:it]Il viaggio nel paese di Punt[:en]The journey to the land of Punt[:]

01/16/2015 Egittologia Spiritualità 0

[:it]

hatshep-2b

Dai documenti del periodo della regina Hatshepsut risulta generalmente un periodo di pace. In nessuna documentazione si parla di grandi spedizioni militari in Nubia o in Palestina o in Siria. Il contatto con questi paesi fu sempre presente, visto l’importanza dei traffici commerciali. Nel frattempo stava crescendo l’espansione del regno dei Mitanni, comunque gli Egizi non cercarono di espandere il loro dominio nelle zone settentrionali di Canaan, probabilmente per mancanza di forze necessarie per farlo.

I rapporti con le civiltà dell’Egeo pare essere cambiato durante il regno di Hatshepsut, divenendo, più diretto e senza intermediari. Questo contatto però probabilmento fu di poco tempo, in seguito venne gestito ancora tramite dei principati cananei. I rapporti con la Nubia furono invece molto bellicosi, furono organizzate diverse campagne per placare gli animi di alcuni re della zona. Nel dodicesimo anno del regno di Hatshepsut,  a sud della seconda cataratta fu compiuta una campagna militare che stabilizzò il controllo diretto degli Egizi sulla Bassa Nubia.

Terra_di_Punt

Ma quello che rese più fiera la regina fu l’organizzazione di una gloriosa missione commerciale nel paese nel paese di Punt. Si sa che per raggiungere il paese di Punt era necessario un lungo viaggio in nave, ma la sua posizione geografica ad oggi è sconosciuta. Punt per l’Egizi era come il paese delle meraviglie; per alcuni è una regione comprendente le terre di Eritrea e le coste dello Yemen, ma non esistono certezze per questa ipotesi. Da questa terra di Punt provenivano sicuramente alcuni dei prodotti più pregiati consumati in Egitto, tra cui l’incenso bruciato nei templi in onore degli dei.

P84-FIG62

Tramite precise raffigurazioni si ha il racconto delle diverse tappe del viaggio che iniziò con un oracolo di Amon e un decreto della regina che dichiarava che avrebbe portato rami d’albero di incenso per onorare il dio. Furono approntate cinque imbarcazioni d’alto mare, che trasportavano un totale di 210 uomini e le mercanzie per commerciare. Furono pochi i militari che parteciparono alla missione, otto soldati capitanati da un ufficiale con caratteristiche pacifiche. Dopo la traversata giunsero a Punt, paese con paesaggio tropicale, villaggi con capanne rotonde costruite su palafitte e persone somaticamnte simili agli Egizi ma con una corta barba appuntita.

preview-508

La trattativa commerciale fu condotta dal capo della spedizione egizia e dal re di Punt, Parahu. Una volta completato lo scambio commerciale, gli Egizi imbarcarono sulle navi le mercanzie di Punt. In ricordo della loro visita lasciarono sulla riva una statua di Amon con la regina. La spedizioni rientrò a Tebe, dove fu ricevuta con grandi onori da Hatshepsut, che offrì importanti offerte ad Amon, tra i cui promessi trentuno alberi di incenso portati appositamente per lui. Questo successo fece abbassare i prezzi dei prodotti, e rese la regina degna di rispetto, perchè poteva contare sull’appoggio degli dei e poteva essere in grado di mantenere la maat.

[:en]

hatshep-2b

From the documents of the period of Queen Hatshepsut it is generally a period of peace. In any documentation it comes to large military expeditions to Nubia or in Palestine or Syria. Contact with these countries was always present, given the importance of trade. Meanwhile he was growing up the expansion of the kingdom of Mitanni, however, the Egyptians did not seek to expand their dominion in the northern parts of Canaan, probably due to lack of forces necessary to do so.

The relations with the Aegean civilization seems to have changed during the reign of Hatshepsut, becoming, more direct and without intermediaries. But this contact was probabilmento a short time, later it was still run by the Canaanite principalities. The relations with Nubia were instead very warlike, several campaigns were organized to appease some kings of the area. In the twelfth year of the reign of Hatshepsut, south of the second cataract was accomplished a military campaign that stabilized the direct control of the Egyptians on Lower Nubia.

Terra_di_Punt

But what most fair made the queen was the organization of a glorious trade mission in the country in the land of Punt. We know that to reach the land of Punt required a long journey by ship, but its location is unknown to date. Punt for the Egyptians was like a wonderland; for some it is a region comprising the lands of Eritrea and Yemen coasts, but there are no certainties for this hypothesis. From this land of Punt came definitely some of the most valuable products consumed in Egypt, including the incense burned in the temples in honor of the gods.

P84-FIG62

Through accurate representations we have the story of the different stages of the journey that began with an oracle of Amun and a decree of the queen who said he would bring the incense tree branches to honor the god. Alterations were made five ocean-going ships, carrying a total of 210 men and merchandise to trade. Were few soldiers who participated in the mission, eight soldiers led by an officer with peaceful features. After crossing came to Punt, a country with tropical landscape, villages with round huts built on stilts and people somaticamnte similar to the Egyptians, but with a short pointed beard.

preview-508

The commercial negotiation was led by the head of the Egyptian expedition and the king of Punt, Parahu. Once you completed the trade, the Egyptians sailed on the ships the merchandise of Punt. In memory of their visit they left on the shore a statue of Amun with the queen. The expeditions returned to Thebes, where he was received with great honor by Hatshepsut, who offered valuable offers to Amon, among which promised thirty-one incense trees brought especially for him. This success made him lower the prices of products, and made the queen worthy of respect, because he could count on the support of the gods and could be able to maintain Maat.

[:]