Crea sito

Il Trono d’oro del re Tutankhamon

Il Trono d’oro del re Tutankhamon

03/07/2019 Arte e Cultura Egittologia Storia 0

Il Trono d’oro del re Tutankhamon è un capolavoro d’arte, non solo in tempi dell’Antico Egitto, ma anche nella storia dell’arte dell’umanità in generale.

Il significato del Trono in Egitto:– Il trono in Egitto, come in molti paesi orientali, era un simbolo di autorità e prestigio. Sei sedie erano sepolti con Tutankhamon nel suo sepolcro, sparsi in tutto il Anticamera e la dependance.– Per gli antichi egizi, il Trono significa in geroglifici (ist) ed era l’emblema della Dea “Isis”, quindi, colui che era seduto sul trono, è stato rappresentato il figlio di “Isis”, che è Dio “Horus”, così il re era sacro perché è “Horus”, che è qualificato per sedersi sul grembo della Dea “Isis”.– In realtà “Howard Carter” scoperto altri cinque troni e sedie appartengono al re “Tutankhamen”. Questi troni e sedie sono stati trovati sparsi nell ‘”allegato” e “Anticamera” della tomba.Luogo della scoperta– Il trono d’oro è stato scoperto coperto di pieghe di sudari di lino neri nel Anticamera del numero tomba (KV62) del re Tutankhamen sotto il letto funerario Hippopotamus.

Perché questo bel pezzo dato poco onore nella classifica finale?Poiché questo trono d’oro non ha nulla a che fare con la corte di Tebe o anche Memphis, ma è associato a El Amarna. Così è stato costruito all’inizio del regno di Tutankhamon.

Lo stile Amarna dell’arte è evidente in questo pezzo nei seguenti punti:

Il disco solare che ha dominato la scena principale dello schienale del trono è la rappresentazione di Dio “itn” con i raggi del sole emergono da esso per indicare il potere del dio “itn” (che era il potere dietro il sole non il disco solare stesso) e questi raggi end con mani d’uomo a rappresentare l’associazione tra il Dio antropomorfo “itn” e il suo sacerdote, unico sulla terra (The King) a fornire al popolo attraverso il corpo della famiglia reale con la vita e la prosperità che è stata rappresentata in prossimità delle narici della famiglia reale.

I nomi del re e di sua moglie regale sono scritti nella forma precedente o (ITN) forma su tutti i lati del trono ed inoltre è tornato ad eccezione di due posti (vicino alla testa di Tutankhamon a schienale e sulla all’interno del bracciolo sinistro del trono), che probabilmente sono stati aggiunti più tardi, dopo la rivoluzione religiosa. La scena intima che è pieno di affetto tra la coppia reale. La scena naturalistica di uccelli che volano su alcune marce di piante di papiro, senza alcuna rappresentazione di esseri umani. Le caratteristiche fisiche di entrambi il re e la regina come il viso allungato, vita sottile, fianchi pesanti, gambe snelle, ed i sandali.

Descrizione del Trono d’Oro– Il trono d’oro è fatto di legno ricoperto di fogli che non foglie d’oro e d’argento e intarsiato in alcune parti con pietre semipreziose, quali (turchese con il suo colore azzurro “mfqAt”, faience con il suo colore blu scuro “xsbt”, e corniola con il suo colore arancione) e alcune parti intarsiato con vetro verniciato. Come sappiamo che i fogli d’argento erano molto costosi anche più costosa o preziosa dell’oro, perché l’argento era molto raro in Egitto, ma l’artista ha usato le sue lastre per coprire i costumi della coppia reale e anche di distinguere tra le due corone in i serpenti su entrambi i bordi dei troni perché l’artista imitare il colore rosso della corona del Basso Egitto da oro e il colore bianco della corona dell’Alto Egitto da argento.

– La scena principale sullo schienale del trono d’oro rappresenta il re “Tutankhamon”, seduto su un trono simile a questo trono imbottito per essere più comodo per il re e che era anche una tradizione da “El Amarna” periodo d’arte. E ‘seduto davanti alla moglie “Ankhesenamen” che è rappresentato, mentre l’inchino e bella toccare la spalla e massaggiare il corpo del re per particolari tipi di unguenti profumati e unguenti.

-Come si vede che questa scena è piena di segni di amore e di affetto tra la coppia reale, quali: – La scena massaggio e il contatto del corpo del re, dalla regina.  Intorno alla scena principale ci sono fiori e frutti, che sono considerati i codici o simboli di amore e di affetto nell’antica arte egizia.

-Il re “Tutankhamon” è rappresentato con una corona composita, che è simile alla corona “Atef” con ulteriori aggiunte di serpenti che indossano dischi solari e due piume. Indossa una parrucca di capelli che si è conclusa da dietro con due bandierine, che è anche una delle tradizioni dello stile “Amarna” dell’arte. Indossa un ampio collare “wsx” che copre gran parte della sua spalla e petto. Egli è anche indossando il kilt “Sndyt” reale, che è molto lungo e pieghettato con linguetta centrale che era la moda di questo tempo. Sta mettendo i piedi su uno sgabello, che è simile a questo sgabello di fronte a noi all’interno di questa vetrina. Di fronte al re, c’è la sua Regina moglie “Ankhesenamen” indossando anche una corona composito con due piume e disco solare e due corni. Indossa una parrucca con due bandierine, colletto largo, e anche lei indossa il suo vestito, che è fatto di argento.– Dietro la regina, c’è un tavolo alto con un collare su di esso, che è una caratteristica molto particolare.
 
-Sui due lati del trono, possiamo vedere che il re “Tutankhamen”, ha voluto sottolineare il suo controllo sia dell’Alto e Basso Egitto da 4 caratteristiche: –


 
Ci sono due serpenti, uno dei quali indossa la corona bianca “d’argento” dell’Alto Egitto (HDT) “come un gioco di parole perché sia ​​argento e bianco ha la stessa traduzione in geroglifici e che era preferibile una tradizione degli antichi egizi “e il serpente altro indossa il rosso” “corona d’oro del Basso Egitto (dSrt).
Da un lato resti del trono, ci sono due grossi serpenti, i loro occhi sono intarsiati con pietre dure e si riposano sul segno “nb”, decorata da quadratini colorati, indossa la doppia corona d’oro e d’argento (sxmty) .
Le due grandi serpenti, da un lato resti del trono sono due ali che è una rappresentazione dell’unità delle due dee principali dell’Alto e Basso Egitto (la dea cobra del Basso Egitto “wADt” e la dea avvoltoio dell’Alto Egitto “Nxbt”).

Sui quattro lati del trono tra i quattro zampe, ci sono quattro rappresentazioni rotte del “tawy SMA” segno che consiste dei polmoni e la trachea del re stretto con le piante di papiro “Segno del Basso Egitto” e loto “Segno dell’Alto Egitto” fiori di imitare che il respiro del re è il supporto della unificazione delle due terre.

-Le due mani resti del trono assumere la forma di due leoni in cui l’artista perfeziona la sua opera nel anatomia dei due leoni, nelle loro zampe, che è fatto di lapislazzuli, nella differenza tra il fronte e le zampe posteriori del leone, la parte inferiore della zampa anteriore del leone è rappresentata con una parte di lapislazzuli, e anche i tratti del viso del leone anche la criniera del leone, le orecchie del leone, e gli occhi intarsiati del leone con pietre semipreziose di imitare che il re è affiancato da due leoni reali con tutte le caratteristiche di ferocia, potenza, e la selvaticità dei leoni.
 
– L’esistenza di queste due leoni ha indicazioni diverse, quali: – Può essere questi due leoni indicare la potenza e la potenza del re e che egli è in grado di governare e del Basso Egitto, nonostante il fatto che aveva dieci o undici anni quando fu incoronato su questo trono.  Dal momento che i leoni si credeva di vivere ai margini del deserto, sono venuti a essere considerati come i guardiani degli orizzonti orientali e occidentali, i luoghi di alba e tramonto. In questo contesto a volte sostituito le montagne orientali e occidentali, simbolici del passato e del futuro, su entrambi i lati del geroglifico dell’orizzonte (Akhet). Così i due leoni possono rappresentare l’orizzonte occidentale e l’orizzonte orientale o il passato e il futuro e il re che è seduto tra loro è il presente o il sole all’orizzonte.-Anche in questa preoccupazione, i leoni erano di guardia alla porta attraverso la quale il sole andava e veniva ogni giorno. Dal momento che il sole nasce ogni mattina e ogni sera è morto sugli orizzonti, così i leoni sono stati collegati con la morte e la rinascita. Ecco perché le sedie ei letti dei vivi erano talvolta decorati con zampe di leone o di un capo, magari in modo che l’occupante aumenterebbe rinnovata dopo il riposo o il sonno.

La parte posteriore del trono:

-Sul retro del trono, vi è la scena naturalistica di anatre che volano sopra le marce del Nilo. Inoltre vi è un congelamento dei cobra fatti di pietre dure e decorate con i dischi del sole sopra le loro teste. Ci sono tre linee di iscrizioni geroglifiche che rappresentano la “prima forma itn” dei nomi del re quando il suo nome era “Tut anx itn” e sua moglie era “anx sn pA itn”.

Il Poggiapiedi:– Per quanto riguarda lo sgabello del trono, si è fatto di legno massiccio ricoperto di foglie d’oro e decorato sulla sua sommità con 6 dei nove tradizionali nemici che possono essere un’esagerazione dei tre nemici orientale, occidentale e meridionale confini dell’Egitto (gli asiatici, i libici, nubiani e The) per indicare il plurale di pluralità o la perfezione del potere sopra i nemici e che è stato realizzato da 3×3 = 9 “psDt psDwt” o 3×2 = 6 come nel caso della questo sgabello del trono d’oro del re “Tutankhamon”. Altra opinione ha detto che il numero reale dei nemici d’Egitto durante il regno di re “Tutankhamen” di sei nemici, ma questo parere non è forte, perché sugli altri 5 poggiapiedi abbiamo trovato i nove tradizionali nemici che sono:

 I Nubiani, Libici, Asiatici, Popoli del Mare, Assiri, Ittiti, gli abitanti di Kush, Babilonesi, e i Palestinesi.

Sul fronte e sul retro del poggiapiedi, possiamo vedere i “rxyt” uccelli con le mani umane rappresentano i commoners d’Egitto seduti sul segno “nb” che significa tutto, e accanto a loro, troviamo il segno “DWA” che è “adorare”. Quindi questo viene tradotto come: il re è adorato da tutti i popolani.
Al centro di questa scena sul poggiapiedi, possiamo leggere una linea verticale di geroglifici che dice “NBW taw xAst nbt wrw n rTnw dmi mi cera r Tbwy.k mi ra Dt: Tutti i grandi dei paesi stranieri sono essere uniti come uno sotto i sandali, come Re per sempre. “Il re ha voluto dichiarare che, nonostante il fatto che egli era un ragazzo, ma era capace di soggiogare tutti i nemici dell’Egitto e di essere adorato dal popolo d’Egitto anche.

Ci sono due modifiche a questo trono, che sono:  la modifica di due della “forma itn” del re di “TWT anx imn HqA IWN rsyt” su due parti del trono. La prima parte è sopra la testa del re nella scena principale sullo schienale del trono e la seconda parte si trova all’interno del resto di sinistra del trono.  La modifica dei capelli parrucche e le corone di entrambi il re e la regina. Le evidenze di tale modifica sono gli striscioni che non sono fissate ai capelli parrucche ed i raggi del sole che vengono tagliati sopra le corone dei re e la regina.

– Se ci concentriamo sulla scena principale di questo trono, abbiamo trovato che sia il re e la regina indossano sandali uno, quindi ci sono deboli ha detto che il re e la moglie condividono lo stesso paio di sandali come una prova del il matrimonio e la condivisione del potere tra il re e la regina. Che cosa è realmente accaduto è che le parti dei sandali altri re e la regina sono stati tagliati, mentre questo trono è stato trasportato dalla tomba al Museo Egizio, perché possiamo vedere tracce del sandalo mancante sulla gamba destra del re.

Fonte: http://egypteroi.blogspot.com/2014/10/il-trono-d-del-re-tutankhamon.html[:en]